Oasi Bianco

ribelle domato

#gastronomico #nuova_via #territorio #floreale
Fuori dalle regole, per raccontare un messaggio suo e nostro, leggero ma di spessore, semplice ma di quella semplicità che incanta e non lascia indifferenti. Racconta di un territorio e di una tradizione antica, eroe di collina che abbandona la via percorsa da tutti per tentare nuove forme. Inizia morbido e suadente con un bouquet di fiori, mimosa, mughetto e anice, per virare poi sulla frutta estiva e riposarsi su note balsamiche e minerali. Nato dalla “ribellione” alla prassi consolidata, è un vino concettuale eppure assai concreto, che trova sulla tavola e nell’accompagnamento al cibo la sua vera vocazione.
in vigna

Suolo: Stratificazione (flysch) di marne e arenarie a tessuto argilloso
Impianto vigneto: Particelle contornate dal bosco
Giacitura vigneto: Su terrazze in collina
Sistema di allevamento: Guyot semplice
Densità media: 5000 ceppi per ettaro
Resa media: 0,8 kg per ceppo
Altitudine: 175-300 m sul livello del mare
Raccolta: Selezione dei grappoli e raccolta a mano in cassetta
Età media delle vigne: 14 anni
Orientamento dei vigneti: Sud, Sud-Ovest
Trattamenti delle vigne: Trattamenti di copertura: rame e zolfo di miniera
Lavorazione del terreno: Inerbimento spontaneo

in cantina

Vendemmia 2016

Vinificazione: Fermentazione spontanea con lieviti indigeni in carati di rovere francese
Maturazione: 12 mesi, affinamento sui lieviti
Numero di bottiglie prodotte 1100 ca
Titolo alcolometrico 14.5% Vol
Zuccheri riduttori 4 g/l
Acidità totale 5 g/l

nel bicchiere

Caratteristiche: Vino bianco secco, apertura floreale, toni balsamici, minerali e agrumati. Freschezza e sapidità, lunga persistenza
Abbinamenti consigliati: Formaggi pasta molle, medio erborinati, primi con erbe spontanee o con frutti di mare, baccalà alla vicentina.
Temperatura di servizio: 10-12°C

download