Privacy Policy Identità - Aquila del Torre
Chi siamo

Da sempre impegnati nella produzione di vini nel rispetto dell’ambiente in cui lavoriamo e viviamo, crediamo nel confronto con nuove culture il cui interscambio è abituale.

Un team dai caratteri diversi ma complementari, affiatato, che rende Aquila del Torre un’azienda dal carattere familiare e perfettamente integrata con i meccanismi di evoluzione del mercato globale.

Michele

Agronomo per formazione, vignaiolo biodinamico per scelta, conduce l’azienda insieme al padre Claudio. È con lui che dialogherete ad Aquila del Torre, sua è la faccia che troverete spesso in giro per l’Europa a prendersi cura dei clienti, fra degustazioni ed eventi sul vino. 

 

Simone

Con il suo sorriso, Simone, fa sentire gli ospiti di Aquila del Torre a proprio agio. E’ lui che segue la contabilità dell’azienda agricola e ordina la documentazione di clienti e fornitori. In maniera precisa prepara i documenti di trasporto per le spedizioni, così i vini At raggiungono numerose destinazioni in Italia e nel mondo partendo dalla cantina di Savorgnano del Torre.

Filippo

Lui si occupa di curare il rapporto con i clienti e vi raggiunge in tutta Italia per presentarvi i vini At. Quando si trova in azienda, lo trovate sicuramente impegnato alla guida di una degustazione. 

 

 

Marco

Ecco il nostro enologo. Lui con attenzione e dedizione, cura le nostre uve dalla vigna alla bottiglia. Marco controlla che tutti i parametri siano perfetti, per assicurarci uve sane e vini eccellenti. 

 

 

Davide

Il nostro esperto in campagna provvede ai lavori ordinari e di manutenzione della vigna durante il corso dell’anno e costituisce il nocciolo duro della squadra dei vendemmiatori durante la stagione autunnale. Lo vedrete sfrecciare tra le vigne con il suo adorato trattore oppure impegnato in qualche lavoro di manutenzione in officina. 

Andrea

Laureato magistrale in viticoltura ed enologia, Andrea si occupa del monitoraggio dei vigneti. Con il suo occhio attento infatti, sorveglia l’insorgenza delle malattia e lo sviluppo della vegetazione durante la stagione al fine di limitare i trattamenti e organizzare le pratiche agronomiche. 

Fertilità del suolo
Il terreno sul quale coltiviamo le nostre uve è il flysch, una stratificazione di marne e arenarie a tessuto argilloso, che caratterizza tutti i Colli Orientali del Friuli e dona grande mineralità ai vini. Dai locali questo terreno particolare viene chiamato “ponca”. Ci sentiamo custodi della biodiversità presente sul territorio aziendale e lavoriamo la terra con rispetto e attenzione per preservare la naturale inclinazione dei suoli.

Prima di tutto in vigna
Questa idea ha portato At alla pratica del biologico e ad avvicinarsi poi alla Biodinamica. 

Il biologico e la biodinamica

Del 2013 è la nostra prima vendemmia certificata biologica. Il territorio, con la sua incredibile biodiversità, chiedeva proprio questo. Dal 2015 seguiamo i dettami dell’agricoltura biodinamica, con la distribuzione dei principali preparati durante il corso dell’anno, con la pratica del sovescio e lasciando i terreni all’inerbimento spontaneo per aiutare la fecondità del suolo e per combattere l’erosione del terreno.

In vigna

Cura e attenzione particolari, unite a una squadra di potatori con un’esperienza pluriennale nelle pratiche agronomiche, garantiscono qualità costante alla coltivazione delle piante e un frutto che esprime appieno le proprie caratteristiche territoriali, pronto ad essere trasformato in vino. La raccolta di tutte le uve avviene manualmente, per effettuare con cura estrema la selezione in vigna.

In cantina

In cantina prosegue il lavoro di attenzione con una trasformazione rispettosa nell’intento di esaltare le caratteristiche pedoclimatiche di ciascun vigneto.
Una moderna e attrezzata cantina multi-piano ospita il passaggio per gravità delle uve dalla zona di conferimento a quello di pressatura. Nello spazio più asciutto e ventilato della cantina si trova una sala destinata all’appassimento naturale delle uve.

I vini bianchi

Alle uve bianche è riservata una vinificazione semplice e attenta a rispettare il frutto di origine, attraverso la fermentazione di lieviti indigeni e la permanenza sulle fecce fini (sur lies).

Le uve rosse

I vini rossi sono il frutto di una delicata macerazione delle bucce e sono poi prodotti attraverso fermentazioni spontanee e un affinamento accurato in cantina per esaltarne le componenti di finezza, eleganza e di longevità.