Oasi Picolit

Oasi Picolit è il progetto avviato da Aquila del Torre atto a valorizzare il territorio di Savorgnano del Torre attraverso il vino per eccellenza della tradizione friulana: il Picolit.

Veduta aerea

Il nome Oasi è nato dalla straordinaria bellezza della riserva naturale su cui giace l'Azienda, un rifugio a pochi chilometri da Udine dove la mano dell'uomo nella coltivazione della vite vive in perfetta armonia nel circostante bosco. Infatti la superficie di Aquila del Torre è costituita da un'importante superficie boschiva che fa da cornice ai vigneti. La parola Oasi è stata associala a Picolit poiché in questo suggestivo territorio da sempre si coltiva questo vino dolce per eccellenza con ottimi risultati. Oasi Picolit è quindi meta ideale per comprendere quali sono le condizioni climatiche e territoriali ottimali per questo vitigno.

Il progetto in principio coinvolge il Comune di Povoletto, di cui Savorgnano del Torre è frazione, e l'Università degli Studi di Udine. Successivamente diventa il filone di una serie di iniziative della Famiglia Ciani volte alla valorizzazione del luogo di origine del Picolit Aquila del Torre.

Veduta aerea
Etichetta bottiglia

Per capire appieno il concetto di Oasi Picolit è fondamentale vivere direttamente l'esperienza di venire quassù, ammirare i due teatri naturali sui due lati della collina, dove i filari adagiati sulle terrazze disegnano innumerevoli righe di verde acceso, dove upupa e ghiandaia rincorrono il picchio verde, dove di mattina presto le lepri giocano o scappano alla vista dei cinghiali e dei caprioli. Un'Oasi per riscoprire un pezzo di Friuli ancora intatto e il Picolit, simbolo di questo fantastico territorio.

Oasi Picolit si traduce anche in ospitalità, nelle camere del B&B e nelle visite guidate organizzate in azienda.