Erbe spontanee e fiori

Dalla Ricerca “Flora nei vigneti” del Dipartimento di Biologia applicata alla difesa delle piante dell'Università degli Studi di Udine si ricavano queste informazioni:

“Risultato di rilievi floristici condotti nel 2006 presso l'intera superficie dell'azienda Aquila del Torre a cadenza mensile, sono state individuate 237 specie floristiche, un valore decisamente alto per un sistema antropico come un vigneto che ne ospita in media un numero pari a 25. Le ragioni di questa fortunata realtà agronomico-naturale si trovano nella favorevole posizione geografica e orografica, nelle condizioni climatiche e nella presenza di ambienti paranaturali limitrofi. Elementi che, coniugati ad un'oculata e rispettosa gestione del territorio da parte dell'Azienda, hanno portato alla salvaguardia di una notevole biodiversità specifica, ecologica e biogeografica.”

È stata inoltre rinvenuta nell'area di studio del bosco aziendale la Pseudostellaria Europaea, un fiore che rientra nelle specie vulnerabili, diventato quindi un patrimonio da difendere e custodire tanto da essere stato inserito all'interno della Lista Rossa Nazionale Italiana. Il suo sviluppo è ormai circoscritto a sempre più rare zone del Friuli, dove la presenza antropica è ancora poco diffusa, come le colline su cui giace Aquila del Torre (Proposta di salvaguardia di una stazione di Pseudostellaria europaea in località Pecol di semine, Savorgnano del Torre – D.Costa).

L'impegno di Aquila del Torre, iniziato con il Progetto Oasi Picolit, atto a valorizzare il territorio di Savorgnano del Torre, si sta concretizzando nella realizzazione di un biotopo al fine di salvaguardare questa specie nelle zone di rilevazione.